In collaboration with


instagram
whatsapp
image-242

SIGN UP FOR THE NEWSLETTER!

studiovinai-removebg-preview

KEEP IN TOUCH


facebook
instagram
whatsapp

info@mamaonjourney.com

La Giornata Mondiale della Biodiversità:

Come presentarla ai nostri figli

 

Disclaimer: Mamaonjourney.com fa parte del Programma di affiliazione Amazon Services LLC: comprando dai link presenti in questo sito, potrei ricevere delle piccole commissioni. Il prezzo del prodotto finale resterà per te invariato. Grazie mille per il tuo supporto!

Il 22 maggio del 1992 fu proclamata per la prima volta la Giornata Mondiale della Biodiversità, con l’obiettivo di tutelare la diversità biologica del nostro pianeta.

 

In questa giornata, quello che possiamo fare nel nostro piccolo per tutelare la grandissima eredità che abbiamo ricevuto dal pianeta, è quella di fare un lavoro di sensibilizzazione in famiglia.

 

Per esempio, il rispetto per la flora e per la fauna possono iniziare a far parte dell’educazione dei nostri figli fin da quando sono piccoli, da abbinare ad un buon esempio nella vita di tutti i giorni in famiglia.

Quando infatti si parla di biodiversità, la maggior parte delle volte siamo portati a pensare alle specie in via di estinzione, alla barriera corallina che sta scomparendo, o al disboscamento della Foresta Amazzonica, e ci viene difficile immaginare come possiamo aiutare a risolvere problemi così grandi e così lontani da noi.

 

Quello che invece a volte viene trascurato è il fatto che anche noi in Italia possiamo fare molto: infatti il Bel Paese è ricco di biodiversità che deve essere tutelata: ospita infatti più o meno la metà della flora e un terzo della fauna presente sull’intero territorio Europeo.

Sensibilizzazione

Possiamo insegnare ai nostri figli di questa meravigliosa ricchezza dell’Italia attraverso l’invito all’osservazione della Natura.

Non è necessario vivere in campagna: basta un semplice parco, un terrazzo, un balcone o un davanzale.

Le attività che possiamo proporre sono (rispettivamente): l’osservazione delle foglie, dei funghi, dei licheni, degli insetti o animali che possiamo incontrare in un qualsiasi parco nella nostra città, e la creazione di un piccolo ecosistema sul nostro balcone o terrazzo di casa.

Il lavoro nell’orto infatti educa i bambini al rispetto dell’ambiente, portandoli automaticamente a predisporsi in modo positivo sul mondo che li circonda.

Qualora non ci fosse la disponibilità di un balcone, l’attività dell’orto può anche essere proposta semplicemente in vaso, sfruttando lo spazio sui davanzali.

Per i bambini più grandi, entrambe le attività possono essere affiancate a quella della fotografia: fotografare è un ottimo modo per conoscere e scoprire cose nuove: in seguito le foto possono essere stampate e raccolte in un quaderno, scrivendoci sotto il nome delle foglie, dei funghi, degli insetti scoperti o delle piantine che sono riusciti a coltivare.

IMG4443
IMG4848

Azioni quotidiane di buon esempio

 1. Ricicla, chiedi in prestito oggetti e vestitini usati da amici, cugini, parenti e a tua volta vendi o regala ciò che non serve più.

 

2. Cerca di valutare opzioni eco-sostenibili per sostituire oggetti di uso quotidiano, scegliendo per esempio i pannolini lavabili o quelli biodegradabili, opta per panni in cotone lavabili al posto delle salviettine usa e getta e per detergenti ecologici.

Adesso che la bella stagione si avvicina, per tutelare i nostril bellissimi mari, scegli di non portare in spiaggia i tuoi figli piccoli con i pannolini usa e getta da nuoto. Opta per i costumi di bagno contenitivi, che potrai riutilizzare per tutta l’estate, per più estati e per più figli! Vieni a scoprirli qui, e approfitta dello sconto del 15% usando il codice BETTY15!!

IMG4625.JPG
IMG4624.JPG

3. Quando scegli i giocattoli per i tuoi figli, opta per materiali naturali, come il legno.

 

4. A tavola proponi solo frutta e verdura di stagione, possibilmente locale.

 

5. Dai il buon esempio in casa. Spegni la luce, chiudi il rubinetto dell’acqua e quando possibile, opta per la bicicletta o i mezzi pubblici al posto dell’auto.

 

Queste sono solo alcune delle tante buone abitudini che possiamo insegnare ai nostri figli per salvaguardare l’ambiente che gli lasceremo in eredità: come mi piace ripetere ogni volta, ogni piccola azione di bene porta del bene e tanti piccoli cambiamenti portano a rivoluzioni. Cominciamo da oggi!

 

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder